Reporting EMIR : nuovi obblighi segnaletici, l’offerta ICBPI

ICBPI è pronto per assistere i clienti nel prossimo passo della  segnaletica EMIR che si allargherà al mark-to-market del valore degli strumenti derivati a portafoglio e del relativo collaterale scambiato. Per la valorizzazione degli strumenti avviato un accordo con Bloomberg.

Close-up of stock market values on LCD screen.

A partire dal mese di agosto scatterà l’obbligo di comunicazione ai Trade Repository della valorizzazione delle posizioni in derivati e del relativo collateral. Tali segnalazioni si aggiungeranno a quanto ICBPI già comunica a DTCC – il Trade Repository scelto tra quelli approvati dall’ESMA – con riferimento alle trade concluse e alle posizioni aperte in derivati, sia per le operazioni disposte direttamente dall’Istituto, sia per i clienti che hanno affidato tale attività in outsourcing a ICBPI.

Al fine di garantire ai propri clienti di adempiere agli ulteriori obblighi di reporting, ICBPI ha identificato, e sta finalizzando, un modello operativo che vedrà coinvolti alcuni partner in grado di garantire soluzioni poco invasive, ma assolutamente in linea con i dettami normativi, sia in termini di contenuti che di tempistica.

Per quanto concerne la valorizzazione dei derivati OTC, ICBPI ha deciso di avvalersi del servizio altamente ingegnerizzato fornito da Bloomberg, denominato BVAL Derivatives, che prevede l’utilizzo di modelli di calcolo specializzati ed affidabili, oltre all’intervento degli ingegneri finanziari di Bloomberg, e che diventerà parte integrante dell’applicativo attualmente in uso per predisporre le segnalazioni.

Secondo tale modello, le informazioni relative ai contratti derivati verranno inserite all’interno di tale applicativo, il quale unirà le informazioni che attualmente vengono già inviate da ICBPI o dalla clientela di ICBPI, e le integrerà con quelle relative al pricing recuperate da Bloomberg.

Una volta raccolte tutte le informazioni necessarie, inclusi i dettagli sul collaterale per i quali sono in corso sviluppi per il recupero dai diversi Clearer dei derivati ETD, l’applicativo provvederà ad inviare al Trade Repository le segnalazioni necessarie affinché ICBPI e i propri clienti adempiano a quanto richiesto dalla normativa EMIR.