L’utilizzo della strong authentication da parte di ICBPI

Nel rispetto della mission di fornire supporto ai processi di crescita delle Banche e delle Società operanti nel settore finanziario, ICBPI ha accettato la sfida della digitalizzazione dei processi bancari, che comporta un utilizzo diffuso della strong authentication. Alcuni esempi.

Milano, 27/03/2014 – A cura di Scotto d’Antuono Carmine – carmine.scotto@icbpi.it

ICBPI ha intrapreso un percorso che lo ha condotto a diventare una Certification Authority. Oggi ICBPI può produrre certificati di firma digitale ed elettronica avanzata che possono essere utilizzati dai Clienti non solo per firmare documenti digitali ma anche per accedere ai servizi online e pagamenti mobile con autenticazione forte. Il dotarsi di sistemi di Firma Remota con certificati residenti sui propri sistemi HSM ha permesso la realizzazione di innovativi processi di vendita e contrattualizzazione remota.
Naturalmente ICBPI fornisce dispositivi fisici sia per realizzare la strong authentication (OTP Token) sia per realizzare firme in locale.
In breve, il pacchetto di offerta è stato innovato arricchendolo con diverse nuove soluzioni “a valore aggiunto”.

Di seguito alcuni esempi.
Il servizio di “Vendita a Distanza” ha come clientela target la Banca. Questa, tramite un’opportuna integrazione tra i sistemi di ICBPI ed i propri sistemi di home banking, permette ai propri utenti la sottoscrizione “on line” di contratti su vari prodotti, rispettando la normativa di legge in fatto di firma digitale, strong authentication e conservazione dei documenti informatici.
Un esempio di applicazione è la sottoscrizione dei contratti Telepass. La fornitura del servizio comprende la procedura di firma digitale remota ed, opzionalmente, la conservazione a norma dei documenti informatici firmati.

Punti di forza:

Il modello può essere riprodotto per diversi settori di business.
Ad esempio può consentire l’acquisto, sul sito web di una assicurazione, di contratti assicurativi o RC auto con il pagamento con carta di credito. Il processo è reso possibile da una fase in cui l’utente loggato acquista un certificato che viene emesso con specifiche limitazioni d’uso e sarà utilizzabile dall’utente soltanto per la sottoscrizione di acquisto di polizze assicurative con firma remota.

Un secondo pacchetto gestisce la  “Entrata in Relazione” per clientela prospect.  Basandosi su procedure di identificazione dei clienti “Prospect” in ambito bancario, permette ai suddetti l’acquisto dei servizi offerti dalla Banca, utilizzando certificati qualificati con specifiche limitazioni d’uso (tra il cliente e la Banca). Tali certificati saranno poi abilitati effettivamente, dopo le verifiche sull’anti-riciclaggio che esegue la Banca nei confronti dei Clienti “Prospect”. Il processo di Identificazione e verifica può basarsi su contatti di telefonia e/o con sistemi di videoconferenza.
ICBPI fornisce il supporto per analizzare assieme al Cliente l’implementazione del modello.
Infine, Smart Ticketing è il nuovo modello di pagamento che consentirà ai Clienti, previa autenticazione presso un ATM del circuito “QuiMultiBanca”, di effettuare degli acquisti “Smart” utilizzando il proprio Smartphone. Per l’esecuzione delle transazioni di pagamento l’utente potrà utilizzare un Wallet, totalmente gestibile nell’App stessa, o un POS Virtuale.
Un esempio d’applicazione è il processo per il Pagamento dei Parcheggi su strisce BLU. L’App georeferenzia la posizione dell’auto parcheggiata per determinare il costo orario del ticket.
Per pagare il parcheggio basterà selezionare la targa ed indicare semplicemente l’orario in cui si prevede di terminare la sosta. L’orario di inizio della sosta viene automaticamente inserito dall’applicazione. L’app calcola automaticamente il costo del ticket visualizzando tutti i dati della sosta. Per avviare il pagamento basterà cliccare sul pulsante “paga”. In prossimità della scadenza del parcheggio l’applicazione invierà un alert per consentire, se necessario, una estensione dell’orario della sosta ed evitare la multa. Basterà indicare di quanto si vuole estendere l’orario della sosta e cliccare sul pulsante estendi.