Intervista a Roger Abravanel, profeta del merito, ormai anche in patria