DICONO DI NOI

Corriere della Sera del 19/02/2017. Il contante costa troppo. Ora la svolta digitale dei pagamenti in Italia
Bertoluzzo (Icbpi­-CartaSi): finora investiti cinque miliardi.
A fare i conti si tratta dell’ investimento internazionale più rilevante realizzato in Italia negli ultimi anni, in tutto quasi 5 miliardi. «Il settore dei pagamenti è sempre più centrale. E l’ Italia, che parte con qualche ritardo, viene vista come un Paese ad altissimo potenziale di crescita».
A parlare è Paolo Bertoluzzo, 17 anni alla Vodafone, da pochi mesi alla guida di Icbpi­-CartaSi: «Vogliamo diventare la fintech della banche italiane, dal
momento che siamo molto concentrati su tutto quello che sono i pagamenti e l’ innovazione digitale. Puntiamo a diventare il campione nazionale».
Amazon ha annunciato 33 milioni di clienti con Amazon Pay, PayPal è una specie di incubo per le banche «È un settore in grande evoluzione e non è un caso se i nostri azionisti, Advent, Bain e Clessidra, abbiano deciso di investire. La missione di questa azienda, che è a guida tutta italiana, è di essere il primo specialista in Italia con una scala internazionale per essere competitivi a livello europeo».
Leggi l’intervista

Milano Finanza del 15/11/2016. Il futuro dei pagamenti elettronici
Dall’ecommerce all’addio al contante. Ecco il pensiero di Roberto Catanzaro, Direttore Business Development CartaSi
Vedi l’intervista

Milano Finanza del 5/10/2016. Nuovo assetto per ICBPI, entrano 5 nuovi manager
Icbpi, l’ Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane, guidato da luglio dall’ ad Paolo Bertoluzzo, ha avviato un processo di riassetto della struttura organizzativa, con l’ obiettivo di supportare gli obiettivi strategici. Il percorso prosegue la direttiva tracciata con il recente ingresso degli azionisti Advent International, Bain Capital, Clessidra sgr. L’ intenzione è quella di accelerare la crescita con leadership di innovazione e prodotto, investire in tecnologia e competenze.
Per raggiungere tali obiettivi, Icbpi adotterà un modello operativo basato su una struttura snella, articolata in quattro business units dedicate ai mercati chiave, Issuing, Merchant Services, Payment e Security Services, e in tre centri di competenza trasversali, Commerciale Banche, Operations e Information Technology. In aggiunta, il nuovo modello organizzativo prevederà funzioni di supporto con responsabilità integrate: Business Development, Chief Financial Officer area, Chief Administrative Officer area e Corporate & External Affairs. Il piano prevede altresì l’ ingresso di cinque manager che andranno a ricoprire ruoli chiave all’ interno della struttura. Tra questi Bernardo Mingrone, ex Unicredit, sarà il direttore finanziario di Icbpi e CartaSi.

Azienda Banca del 4/10/2016 – Un nuovo modello organizzativo per ICBPI
Quattro nuove area di business e l’ingresso di cinque manager di comprovata esperienza per crescere nelle aree strategiche. ICBPI ha adottato un nuovo modello organizzativo, sotto la guida del nuovo A.D. Paolo Bertoluzzo.
Continua a leggere